mercoledì 19 giugno 2013

Cosa dicono di me...



Credit: www.writingourwayhome.com



In questa pagina sono raccolti alcuni pareri ed opinioni delle persone che hanno partecipato a seminari, incontri o chiaccherate e che hanno voluto lasciare un proprio pensiero in merito...




"Ho trovato il seminario estremamente interessante, sia nella sua parte introduttiva, riguardante la storia e le basi dello sciamanesimo transculturale, sia nella parte pratica.
Chiara è molto disponibile, ti fa sentire a tuo agio, ed è organizzatissima (porta anche tutto il necessario per un bel the caldo), spiega molto bene, ed è felice di rispondere ad ogni domanda.
Sono felice di aver partecipato: mi ha aperto un mondo."



 Giulia (seminario sciamanico base)


"Ho avuto il piacere di seguire un seminario base di Chiara sullo Sciamanesimo.
I temi sono stati un'introduzione teorica, che ho trovato molto completa e di facile comprensione, e una parte pratica.
Infatti, anche per me che non conoscevo praticamente nulla di questo mondo è stato facile entrarvici con le premesse e le spiegazioni di Chiara.
Riguardante la pratica siamo stati introdotti nel viaggio sciamanico vero e proprio, in quelli che sono i mondi di sopra e di sotto.
Chiara ha fatto in modo che, una volta terminato il seminario, ognuno di noi avesse sufficienti nozioni per affrontare questi viaggi in autonomia.
Ci tengo a sottolineare che i viaggi sciamanici affrontati non presentano pericoli, ed in ogni caso, Chiara si è preoccupata di avere con se tutto il necessario per qualsiasi evenienza.
I viaggi, per chi è un minimo pratico, sono stati effettuati non con una registrazione, ma, cosa che apprezzo particolarmente, con due tamburi costruiti appositamente per questo scopo; l'incenso utilizzato era in grani e di ottima qualità.
Quello che abbiamo fatto in questo seminario, in sostanza, è stato un lasciarsi andare, cantare e ballare liberandosi da noi stessi per poi entrare nel nostro io profondo, in contatto con gli spiriti caritatevoli che hanno scelto di accompagnarci.
L'esperienza è stata oltremodo positiva e la consiglio a chiunque voglia ritrovare un contatto con quella scintilla del divino che alberga in ognuno di noi."


Samuele (seminario sciamanico base)


Il toccante pensiero di Silvia:

"Ci sono momenti nella vita in cui ci sembra di essere sulla strada giusta per poi trovarsi in una foresta intricata perdendo il sentiero, o immersi nella nebbia senza riuscire più a scorgere la via.

Si corre allora il rischio di perdersi, di allontanarsi dalla direzione sperata.

In questi momenti ciascuno di noi reagisce in modo differente, per me era arrivato il momento di sedermi ed aspettare. La stanchezza era troppa, lo sconforto aveva preso il sopravvento, ed io, stanca di girare a vuoto, stanca di credere di scorgere una luce e perdermi di nuovo, avevo deciso di gettare la spugna.

E così ho fatto. Mi sono seduta e ho pianto. Ho pianto tanto, a lungo. Ho lasciato che il tempo mi passasse addosso, senza che attorno a me cambiasse nulla, stanca. Ho aspettato, senza alcuna voglia di rialzarmi. È passato ben più di un anno, come fosse un giorno, o forse una vita… non ci si rende mai davvero conto di quanto tempo ci si lascia alle spalle quando si è in queste condizioni.

Apatia, non mi viene un termine migliore per descrivere le mie giornate. Depressione forse è quello di uno psicologo  per descrivere il mio stato d’animo… ma chi può dirlo non l’ho mai consultato, quindi non lo so davvero…

Poi un giorno decidi che sei stanca di ammuffire nel sottobosco della tua vita e cerchi con fatica di rialzarti, di ricordarti in che direzione volevi andare, di decidere se in quella direzione ci vuoi andare ancora. E ti accorgi che forse magari fare una deviazione su quella strada che ricordavi di aver un tempo percorso e ammirato magari ti può far tornare la voglia. Non si sa che voglia, una qualsiasi potrebbe andare bene.

Ti aggrappi ad un albero stanco e decidi che la tua prima tappa in luoghi familiari potrebbe essere un luogo nuovo che avresti voluto vedere da tempo, perché senti che li sarai di nuovo in contatto con te stessa.

Senti.

Da quanto tempo non ti abbandonavi a quella semplice parola?

Chi lo sa..

Senti. Non lo sai, non lo puoi sapere, ma senti. Senti che quello è il posto giusto e che ci devi andare, ci devi andare proprio con quella persona che è stata cardine della tua vita, profonda disperazione, dolore, gioia, tutto.

E così ti trovi nelle montagne, ad un magico incontro con persone incredibili e totalmente inaspettate.

Celtica.

E ti senti a casa.

Sentivi che sarebbe stata la cosa giusta e ora senti che è la cosa giusta. Sai che è la cosa giusta. Sei esattamente dove dovevi essere, nel momento esatto della tua vita, con la persona giusta, tra la gente giusta. Senti che quello che ti spiegano non è assurdo, non è strano. Senti che chi parla usa parole perfette per descrivere quello che tu hai sempre pensato, nel modo migliore possibile di metterlo in parole.

E ti senti a casa.

E ti sembra che davanti a te un sentiero nuovo ti porti esattamente dove vuoi andare, ma non solo. Ti porta dove vuoi e ti fa percorrere il viaggio che avresti sempre voluto fare.

Un caso?

Poco importa. Il viaggio è li davanti a me, la meta visibile in fondo.

Bisogna solo avere il coraggio di fare il primo passo.

E dico coraggio, perché per me ce ne è voluto davvero tanto. Staccarmi dalla mia atavica timidezza per mandare una mail ad un contatto consigliato per iniziare un percorso personale e impegnativo. C’è voluto immenso coraggio.

Ma a ricevere quella mail c’era Chiara. La persona giusta al momento giusto.

Ed il viaggio è iniziato.

La multivalenza di questa frase mi fa tutt’ora venire i brividi…

Ma il viaggio sciamanico è stato anche questo, una valanga di emozioni, emozioni perfette perché erano quelle che servivano e quando servivano. 

Il seminario di Chiara ha aperto un immenso orizzonte. Un universo da esplorare, nuovi occhi con cui vedere cose già conosciute. E meravigliarsene ancora.

La meraviglia, era tempo che mi mancava. Riassaporare la meraviglia per le piccole cose, ti ridà significato. Non solo da significato a quello che hai attorno, lo da proprio a te. Ti senti di nuovo piena di energie, di desideri, di aspirazioni e ti rendi conto che ciò che desideri fare devi solo farlo.

Per me è stato nascere di nuovo. E forse prima nello sconforto non avrei visto le cose come le vedo ora, ma dal giorno di quel primo seminario ogni mio passo è andato esattamente dove volevo che andasse e io mi sono rimessa in cammino, senza fatica, cogliendo risultati che non avrei sperato davvero di ottenere. Uno dopo l’altro i pezzi sono semplicemente andati al posto che avrei voluto che occupassero.

Di nuovo un caso?

No, ho smesso di nuovo di credere alle coincidenze. O forse farei meglio a dire che ho ricominciato a crederci e a dar loro il peso che meritano.

Chiara mi ha insegnato tanto, ma più di ogni altra cosa mi ha insegnato ad alzarmi e camminare.

Ed il tratto di strada fatto al suo fianco è pieno di colore, intenso, frizzante e gioioso.

Non so se quello che ho scritto va bene per quello che era richiesto, ma poco mi importa. Quello che mi importa davvero è ringraziare una persona molto speciale per il percorso che ho potuto fare al suo fianco, che spero possa continuare, con le ovvie limitazioni spaziali che il mio sentiero ci ha fatto cascare dentro. Ma credo che, a prescindere dalla distanza, se le persone alle quali ho sentito di poter davvero aprire tutto il mio cuore le conto su una mano, ci sarà un motivo se Chiara se ne sta bel bella su una di quelle 5 dita.

Un caso?"

Silvia (seminario sciamanico base) 



 "Impressioni di Novembre - La sensazione di pace, di sacro e di spiritualità è ancora molto viva quando rivolgo il mio pensiero a quel weekend di novembre: di quasi un anno fa. Incontrarsi proprio nel periodo dell'anno in cui la natura, insieme alla nostra interiorità chiamano al raccogimento è stato inoltre fondamentale per me, che sento così intensamente l'apertura delle porte.. La nostra guida Chiara, ci ha accompagnato con la naturalezza delle parole e la fluidità dei gesti ad ascoltare il giaciglio della ns anima, come mi piace chiamarlo, la sala con il caminetto dove ci si scalda quando fuori urla il vento gelido del caos. 
La sua voce si è modulata in canti, e si è accompagnata al ritmo vitale del tamburo: è stato facile e poi difficile, ci sono stati messaggi e altre volte consigli, esperienze e insegnamenti. 
La dimensione ridotta dello spazio ha creato conforto, calore e vibrava della sintonia di tutti noi. 
Per me è stata una scoperta, un inizio e una svolta che ha contribuito alla mia crescita come donna di spirito. Ringrazierò sempre Chiara per avermi chiamato a partecipare a questo cerchio di celebrazione così antico e potente, e poterla vedere così crescere e trasformarsi in una sciamana di ogni tempo."


Elisa (seminario sciamanico base)



"Quando ho partecipato al seminario di Chiara era inverno, era inverno nella realtà ma lo era anche nel mio cuore, congelato dalle troppe sofferenze che la vita mi aveva offerto in quel periodo, congelato per salvare se stesso ma in questo modo chiuso alla Meraviglia del mondo.
Affrontando il viaggio verso il seminario non sapevo bene cosa mi avrebbe aspettata, era un "viaggio della speranza" di quelli che fai quando i tuoi occhi sono così bassi da non vedere altro che il cemento e l'asfalto, e il grigio e il buio di una vita senza speranza.
E poi c'è stato il seminario...non è stato "un grande momento di illuminazione dove ho compreso l'universo, la vita e tutto quanto", no, quello succede nei film. 
Però È STATO. E in quel momento dove io ero nulla è stato tutto.
Chiara ha fatto quello che ogni Maestro fa, ci ha insegnato, ci ha dato gli strumenti e ci ha indicato la via, poi stava a noi percorrerla. Detto così sembra poco, eppure è l'unica cosa che un Maestro dovrebbe fare, ed è quello che la maggior parte non sa fare.

Merce rara Chiara, che affronta temi delicati e spirituali con la naturalezza di chi li vive ogni giorno e non li relega a qualche momento la sera o a un'ora la domenica mattina, di chi vive ogni giorno della sua vita in Consapevolezza che la vita scorre anche senza di noi, sta a noi forgiare il nostro spazio all'interno di essa. 
Grazie a Chiara adesso il fuoco della mia forgia è acceso e gli strumenti ripuliti dalla ruggine.
 

PS. Alcuni mesi dopo il seminario, dopo un viaggio sciamanico, è sorto in me un pensiero che mi ha colpita:"Ora capisco perchè gli uomini hanno creato gli Dei (e non il contrario), per avere qualcosa a cui aggrapparsi nei momenti bui, per avere qualcuno in cui confidare quando tutti ti abbandonano". Con Chiara ho capito che i nostri Dei siamo noi stessi proiettati all'esterno, sono un immaginario collettivo che è stato nutrito a sufficienza da iniziare ad "esistere". Ho capito male? Non lo so, però funziona..."

Elena (seminario sciamanico base)



Consiglio a chi vuole scoprire le basi fondamentali del viaggio sciamanico di partecipare a questo seminario. Chiara è molto precisa e pronta a rispondere a ogni vostra domanda. Personalmente questo seminario mi ha aiutato a capire che questo è uno dei cammini che voglio intraprendere per elevare la mia spiritualità. Lo sciamanesimo mi ha sempre attratto, fin da ragazzina leggendo il libro-romanzo "la sciamana" per molto tempo è rimasto solo un bel romanzo e qualche ricerca su internet. Ma tutto torna prima o poi se è destino.. Essendo da sempre appassionata di "neopaganesimo-stregoneria" mi sono avvicinata anche al mondo Celtico e con quello è tornato lo sciamanesimo. Ringrazio Chiara per avermi dato le linee guida per affrontare i viaggi sciamanici e spero di riuscire a partecipare ad altri suoi seminari. 

Annalisa (seminario sciamanico base)



"...sabato ho avuto la mia prima esperienza di seminario Sciamanico. Organizzato dall'Associazione Mahila  con Chiara Comani di Boschi, Tamburi e Pensieri - troverete di lei direttamente nel suo sito con il suo percorso di studio.
Ora voglio però dirvi cos'ho provato da allieva... sono rimasta affascinata dal suo modo di comunicare lineare e della capacità che ha Chiara di metterti a tuo agio.
Io ero una neofita a questo mondo, mi ha sempre incuriosita, ma forse non ero totalmente pronta per affrontare un cammino di questo genere, anche se ora penso che dovessi proprio incontrare lei. Nonostante fossimo presenti in poche, abbiamo tenuto comunque il seminario e Chiara ci ha dato la possibilità di fare questi viaggi di conoscenza profonda seguendo le sue direttive.
Trovo che non sia così semplice partecipare a seminari dove persone  riescono a farti sentire a tuo agio, ci vuole una buona capacità di comunicazione che Chiara possiede, ma lei ha qualcosa che è raro trovare... riesce a farti sentire a casa e ti accompagna in ciò che per te è ignoto cautamente e trasmettendoti una forte passione per mondi sconosciuti.
Nel suo sito troverete tutto ciò che riguarda i suoi eventi e vi consiglio fortemente di partecipare, ed io non vedo l'ora di ospitarla nuovamente presso la mia Associazione (Mahila, ndr).

Grazie di cuore."

Luna (seminario sciamanico base)


"Ho partecipato al Seminario Base di Sciamanesimo tenuto da Chiara, 
e mi sono innamorata del modo semplice ed essenziale con cui ci ha condotto attraverso i sentieri della spiritualità.
Parlare di queste cose, tenerne addirittura seminari, è estremamente difficile e complicato.
Servono doti di comunicazione notevoli e cultura impressionante per poter tenere testa alle teste curiose che si hanno di fronte.
Io non so dire se Chiara li possegga entrambe nella giusta misura, ma so dire che Chiara affascina.
Perchè parla diretta al cuore, non ci gira intorno, non usa parole pompose e non pretende di darti una verità cui tu debba credere senza fare domande.
Chiara mi ha fatto capire che lo Sciamanesimo è una strada così affine a me da essere già parte di me senza che nemmeno lo sapessi.
In maniera semplice, limpida ed essenziale...come lei.
Parteciperò di sicuro ad ogni altro seminario che vorrà tenere e lo farò con gioia e amore sempre crescenti."



Valentina (seminario sciamanico base)


" Einstein disse: «Tutti coloro che sono seriamente coinvolti nella ricerca scientifica si convincano che lo spirito sia una manifestazione delle leggi dell’Universo – uno spirito di gran lunga superiore a quello dell’uomo».
E’ sempre difficile abbattere i limiti che la mente ci impone e lo è ancora di più considerando l’educazione che riceviamo e la cultura che ci appartiene.  La paura di essere certi che qualcosa di sconosciuto avvolga le nostre esistenze incute un certo timore.
Ho partecipato al seminario di sciamanesimo base con qualche resistenza, ma qualcosa di affasciante mi attraeva, sentivo che in quel momento era la cosa giusta per me e non avevo bisogno di altre risposte.
Chiara ci ha guidati prima in una parte storico-teorica sullo sciamanesimo con particolare riferimento allo Sciamanesimo Transculturale, successivamente ci ha trasmesso gli strumenti  per effettuare un Viaggio sciamanico, che è poi stato sperimentato a ritmo di tamburo.
Non è mai una questione di credere o non credere è piuttosto quella di sentire, di fermarsi ad ascoltare ciò che vibra dentro di noi. E’ la ricerca di una guarigione profonda, del ritrovare una parte che abbiamo perso lungo la strada. E’ difficile da spiegare senza credere che non siamo soli, ma le ferite spesso chiamano dal profondo e diviene una necessità dare loro ascolto. La mia è stata un’esperienza molto positiva che mi ha permesso di porre i piedi su una lunga strada, il desiderio di correre veloce lungo di essa è forte quanto quello di fare molte cose, ma sono chiamata alla pazienza e alla calma. Infondo cos’è il tempo?
Se cercate esperienze di condivisione, di accoglienza, di guarigione o se siete solo appassionati di antropologia quella del seminario di sciamanesimo è un’occasione perfetta.
Grazie Chiara!"

Katia (seminario sciamanico base)