martedì 26 febbraio 2013

Samhain



Sorride questa notte
Senza tempo, senza Luna;
Sorride, sul volto vissuto
D’una saggia anziana.

Le Donne tornano a Danzare

"Una Donna cammina solitaria tra gli alberi di un Bosco...le Foglie secche frusciano sotto i suoi piedi, bisbigliando Parole e Nomi antichi ed eterni... I passi della Donna, avvolta in un mantello nero ed incappucciata, hanno come unica guida la luce nitida della Luna piena che splende perfetta, serena ed immutabile nel Cielo freddo d'Inverno, tra i Rami nudi come dita stanche...

Insegnanti e Maestri

"L'insegnante mediocre racconta.
Il bravo insegnante spiega.
L'insegnante eccellente dimostra.
Il maestro ispira..."

(Socrate)

La Cailleach

(immagine dal web, autore ignoto)


La Cailleach è una divinità antichissima, originaria dell’Europa continentale, che le popolazioni celtiche hanno incontrato come divinità autoctona ed assimilato.
Il nome in gaelico non indica un nome proprio ma etimologicamente significa “la velata”: la radice della parola va ricercata nel latino “pallium” drappo, velo, che ha subito un’assimilazione nel gaelico antico con variazione della “p” iniziale con la “c” ed assunto poi il finale in –ach, in italiano un participio aggettivato.

Brigit

(immagine dal web, autore ignoto)


Brigit è forse la divinità Celtica più complessa e contraddittoria, la figura religiosa più potente in tutta la storia irlandese. Molte tradizioni si sono intrecciate nel tempo, rendendo complicata la sua storia ed il suo impatto lungo i tempi, ma permettendole di muoversi e giungere a noi attraverso i secoli. E’ stata infatti in grado di viaggiare di generazione in generazione, ricoprendo diversi ruoli in diverse epoche.